Carrello 0

Non hai articoli nel carrello.

Catalogo in aggiornamento

Product was successfully added to your shopping cart.

CALANDIVA OLANDESE ROSA 'PINK LADY'

KALANCHOE BLOSSFELDIANA

5,44 €
La pianta è un essere vivo,cresce e segue cicli naturali: pertanto potrebbe subire variazioni. Consegnata in un sacchetto di yuta .. Nel periodo autunnale/ invernale è in riposo vegetativo:pertanto potrebbe non presentare né foglie e né fiori. Originarie delle regioni Asiatiche e Africane, le Kalanchoe sono al giorno d'oggi diffuse in tutta Europa. Piante succulente che non superano orientativamente i 30 cm, sono perfette da porre in qualsiasi ambiente della casa o di un ufficio, specialmente se poste in gruppo.

Ordina ora e ricevi entro Giovedi 20 Agosto

CHIAMACI ALLO
+39 080.2228170

Tutti i giorni 9:00 - 18:00

CONTATTACI SUBITO
TRAMITE CHAT

Chatta con noi direttamente!

ASSISTENZA CONTINUATA SULLA TUA PIANTA
SecretGiardino ama le sue piante anche dopo la vendita!

Una volta effettuato l'acquisto ti diamo la possibilità di avere un giardiniere a portata di mouse o di telefono. Scrivici o chiamaci e sapremo darti il consiglio giusto per far vivere la tua pianta a lungo.

Periodo di fioritura e dettagli
FIORITURA
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
DIAMETRO VASO
10 cm
ALTEZZA
25 cm
ALTEZZA PACCO
27 cm
COLORE
Rosa
PROFUMO
No
DIFFICOLTA'
Facile
ESPOSIZIONE
Sole
IRRIGAZIONE
Bassa
TIPO PIANTA
Sempre verde
QUANDO RINVASARE
Ogni anno
CONCIMAZIONE
Da marzo a settembre
TERRENO
Terriccio universale

Cura La calandiva non è una pianta che necessita molte attenzioni e resiste bene anche sotto condizioni poco favorevoli, ma ovviamente se si vuole far perdurare la sua vita bisogna prestare attenzione ad alcuni particolari. È una pianta che deve godere della luce del sole ed esposizione diretta per almeno due ore al giorno, evitando però le ore di punta in estate. Le temperature ottimali vanno dai 15° ai 22° circa in appartamento, ma se ben posizionate e se la notte non è troppa rigida, possono essere poste anche all’esterno, in giardino o sul balcone. Evitare luoghi che espongano la calandiva a correnti forti o particolarmente fredde. Non sono piante che richiedono elevata o costante umidità, per questo bisognerà innaffiarle solo quando il terreno è ben asciutto. Durante le stagioni calde devono essere annaffiate frequentemente, controllando però che i substrati siano asciutti; in inverno invece la regolarità dell’annaffiatura deve diminuire in base all’abbassamento delle temperature. Concimazione La concimazione deve avvenire da marzo a settembre due volte al mese, aggiungendo all’acqua dell’annaffiatura concime liquido. La scelta del concime deve ricadere su quelli con elevata presenza di potassio, povero di azoto e comprendente altri elementi, quali: fosforo, ferro, manganese, rame, zinco, boro, molibdeno. Durante il periodo non citato le concimazioni devono essere sospese. Rinvaso La calandiva deve essere rinvasata ogni anno, soprattutto dopo la fioritura. Si consiglia di utilizzare vasi in terracotta per favorire la traspirazione e di porre nel sottovaso ciottoli in modo tale da evitare ristagni e favorire l’eliminazione di acqua in eccesso. Il terriccio utilizzato deve essere particolarmente drenato, composto da terriccio universale, sabbia lapillo o pietra pomice. Fioritura Il periodo della fioritura della calandiva dipende dalle specie e dal trattamento della pianta. L’infiorescenza ha diverse tonalità, che vanno dal rosa, all’arancione, al giallo. Sono piante che richiedono circa 10 ore per l’induzione alla fioritura, per questo se esposte al sole per qualche ora e alle giuste condizioni possono fiorire anche in inverno. Questa pratica accorcia la vita delle calandive, che comunque una volta sfiorite devono essere potate e rinvasate.

Cura La calandiva non è una pianta che necessita molte attenzioni e resiste bene anche sotto condizioni poco favorevoli, ma ovviamente se si vuole far perdurare la sua vita bisogna prestare attenzione ad alcuni particolari. È una pianta che deve godere della luce del sole ed esposizione diretta per almeno due ore al giorno, evitando però le ore di punta in estate. Le temperature ottimali vanno dai 15° ai 22° circa in appartamento, ma se ben posizionate e se la notte non è troppa rigida, possono essere poste anche all’esterno, in giardino o sul balcone. Evitare luoghi che espongano la calandiva a correnti forti o particolarmente fredde. Non sono piante che richiedono elevata o costante umidità, per questo bisognerà innaffiarle solo quando il terreno è ben asciutto. Durante le stagioni calde devono essere annaffiate frequentemente, controllando però che i substrati siano asciutti; in inverno invece la regolarità dell’annaffiatura deve diminuire in base all’abbassamento delle temperature. Concimazione La concimazione deve avvenire da marzo a settembre due volte al mese, aggiungendo all’acqua dell’annaffiatura concime liquido. La scelta del concime deve ricadere su quelli con elevata presenza di potassio, povero di azoto e comprendente altri elementi, quali: fosforo, ferro, manganese, rame, zinco, boro, molibdeno. Durante il periodo non citato le concimazioni devono essere sospese. Rinvaso La calandiva deve essere rinvasata ogni anno, soprattutto dopo la fioritura. Si consiglia di utilizzare vasi in terracotta per favorire la traspirazione e di porre nel sottovaso ciottoli in modo tale da evitare ristagni e favorire l’eliminazione di acqua in eccesso. Il terriccio utilizzato deve essere particolarmente drenato, composto da terriccio universale, sabbia lapillo o pietra pomice. Fioritura Il periodo della fioritura della calandiva dipende dalle specie e dal trattamento della pianta. L’infiorescenza ha diverse tonalità, che vanno dal rosa, all’arancione, al giallo. Sono piante che richiedono circa 10 ore per l’induzione alla fioritura, per questo se esposte al sole per qualche ora e alle giuste condizioni possono fiorire anche in inverno. Questa pratica accorcia la vita delle calandive, che comunque una volta sfiorite devono essere potate e rinvasate.

CHIAMACI ALLO
+39 080.2228170

Tutti i giorni 9:00 - 18:00

CONTATTACI SUBITO
TRAMITE CHAT

Chatta con noi direttamente!

ASSISTENZA CONTINUATA SULLA TUA PIANTA
SecretGiardino ama le sue piante anche dopo la vendita!

Una volta effettuato l'acquisto ti diamo la possibilità di avere un giardiniere a portata di mouse o di telefono. Scrivici o chiamaci e sapremo darti il consiglio giusto per far vivere la tua pianta a lungo.

Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
DIAMETRO VASO
10 CM cm
ALTEZZA
25 CM cm
ALTEZZA PACCO
27 cm
COLORE
Rosa
PROFUMO
No
DIFFICOLTA'
Facile
ESPOSIZIONE
Sole
IRRIGAZIONE
Bassa
TIPO PIANTA
Sempre verde
QUANDO RINVASARE
Ogni anno
CONCIMAZIONE
Da marzo a settembre
TERRENO
Terriccio universale

Cura La calandiva non è una pianta che necessita molte attenzioni e resiste bene anche sotto condizioni poco favorevoli, ma ovviamente se si vuole far perdurare la sua vita bisogna prestare attenzione ad alcuni particolari. È una pianta che deve godere della luce del sole ed esposizione diretta per almeno due ore al giorno, evitando però le ore di punta in estate. Le temperature ottimali vanno dai 15° ai 22° circa in appartamento, ma se ben posizionate e se la notte non è troppa rigida, possono essere poste anche all’esterno, in giardino o sul balcone. Evitare luoghi che espongano la calandiva a correnti forti o particolarmente fredde. Non sono piante che richiedono elevata o costante umidità, per questo bisognerà innaffiarle solo quando il terreno è ben asciutto. Durante le stagioni calde devono essere annaffiate frequentemente, controllando però che i substrati siano asciutti; in inverno invece la regolarità dell’annaffiatura deve diminuire in base all’abbassamento delle temperature. Concimazione La concimazione deve avvenire da marzo a settembre due volte al mese, aggiungendo all’acqua dell’annaffiatura concime liquido. La scelta del concime deve ricadere su quelli con elevata presenza di potassio, povero di azoto e comprendente altri elementi, quali: fosforo, ferro, manganese, rame, zinco, boro, molibdeno. Durante il periodo non citato le concimazioni devono essere sospese. Rinvaso La calandiva deve essere rinvasata ogni anno, soprattutto dopo la fioritura. Si consiglia di utilizzare vasi in terracotta per favorire la traspirazione e di porre nel sottovaso ciottoli in modo tale da evitare ristagni e favorire l’eliminazione di acqua in eccesso. Il terriccio utilizzato deve essere particolarmente drenato, composto da terriccio universale, sabbia lapillo o pietra pomice. Fioritura Il periodo della fioritura della calandiva dipende dalle specie e dal trattamento della pianta. L’infiorescenza ha diverse tonalità, che vanno dal rosa, all’arancione, al giallo. Sono piante che richiedono circa 10 ore per l’induzione alla fioritura, per questo se esposte al sole per qualche ora e alle giuste condizioni possono fiorire anche in inverno. Questa pratica accorcia la vita delle calandive, che comunque una volta sfiorite devono essere potate e rinvasate.

Cura La calandiva non è una pianta che necessita molte attenzioni e resiste bene anche sotto condizioni poco favorevoli, ma ovviamente se si vuole far perdurare la sua vita bisogna prestare attenzione ad alcuni particolari. È una pianta che deve godere della luce del sole ed esposizione diretta per almeno due ore al giorno, evitando però le ore di punta in estate. Le temperature ottimali vanno dai 15° ai 22° circa in appartamento, ma se ben posizionate e se la notte non è troppa rigida, possono essere poste anche all’esterno, in giardino o sul balcone. Evitare luoghi che espongano la calandiva a correnti forti o particolarmente fredde. Non sono piante che richiedono elevata o costante umidità, per questo bisognerà innaffiarle solo quando il terreno è ben asciutto. Durante le stagioni calde devono essere annaffiate frequentemente, controllando però che i substrati siano asciutti; in inverno invece la regolarità dell’annaffiatura deve diminuire in base all’abbassamento delle temperature. Concimazione La concimazione deve avvenire da marzo a settembre due volte al mese, aggiungendo all’acqua dell’annaffiatura concime liquido. La scelta del concime deve ricadere su quelli con elevata presenza di potassio, povero di azoto e comprendente altri elementi, quali: fosforo, ferro, manganese, rame, zinco, boro, molibdeno. Durante il periodo non citato le concimazioni devono essere sospese. Rinvaso La calandiva deve essere rinvasata ogni anno, soprattutto dopo la fioritura. Si consiglia di utilizzare vasi in terracotta per favorire la traspirazione e di porre nel sottovaso ciottoli in modo tale da evitare ristagni e favorire l’eliminazione di acqua in eccesso. Il terriccio utilizzato deve essere particolarmente drenato, composto da terriccio universale, sabbia lapillo o pietra pomice. Fioritura Il periodo della fioritura della calandiva dipende dalle specie e dal trattamento della pianta. L’infiorescenza ha diverse tonalità, che vanno dal rosa, all’arancione, al giallo. Sono piante che richiedono circa 10 ore per l’induzione alla fioritura, per questo se esposte al sole per qualche ora e alle giuste condizioni possono fiorire anche in inverno. Questa pratica accorcia la vita delle calandive, che comunque una volta sfiorite devono essere potate e rinvasate.