Carrello 0

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

GIGLIO DELLA PACE

SPATHIPHYLLUM

15,57 €
La pianta è un essere vivo,cresce e segue cicli naturali: pertanto potrebbe subire variazioni. Consegnata in vaso di plastica marrone.Nel periodo autunnale/ invernale è in riposo vegetativo:pertanto potrebbe non presentare né foglie e né fiori. Lo spatifillo, originaria dell'America centrale, è una pianta da interni che non necessita particolari cure. Le sue foglie grandi e lanceolate, e i suoi 'fiori' bianchi a 'cucchiaio', la rendono sicuramente adeguata per la decorazione d'interni, di qualsiasi ambiente.
CHIAMACI ALLO

Tutti i giorni 9:00 - 18:00

CONTATTACI SUBITO
TRAMITE CHAT

Chatta con noi direttamente!

ASSISTENZA CONTINUATA SULLA TUA PIANTA
SecretGiardino ama le sue piante anche dopo la vendita!

Una volta effettuato l'acquisto ti diamo la possibilità di avere un giardiniere a portata di mouse o di telefono. Scrivici o chiamaci e sapremo darti il consiglio giusto per far vivere la tua pianta a lungo.

Fioritura e peculiarità della pianta
FIORITURA
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
DIAMETRO VASO
17cm
ALTEZZA
60 cm
COLORE
Bianco
PROFUMO
No
DIFFICOLTA'
Facile
ESPOSIZIONE
Mezza ombra
IRRIGAZIONE
Alta
TIPO PIANTA
Sempre verde
QUANDO RINVASARE
Ogni anno tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera
CONCIMAZIONE
Ogni 15 giorni
TERRENO
Molto ricco

Lo spatifillo, originaria dell'America centrale, è una pianta da interni che non necessita particolari cure. Le sue foglie grandi e lanceolate, e i suoi 'fiori' bianchi a 'cucchiaio', la rendono sicuramente adeguata per la decorazione d'interni, di qualsiasi ambiente.Il 'fiore della luna', così come viene chiamato lo spatifillo, con la sua presenza di circa 30 cm e la fioritura pressoché continua, è il dono perfetto per chi vuole dare un tocco di eleganza all'ambiente, senza dover prestare particolari attenzioni.CuraLo spatiffilo è una pianta da appartamento, e deve essere custodita all'interno perché è sensibile alle temperature basse o alle forti correnti d'aria. Le temperature infatti devono essere abbastanza alte durante tutta la giornata. Di giorno, la temperatura ideale verte dai 20° ai 25°, di notte invece non deve scendere sotto i 18°.Riescono a tollerare temperature anche intorno ai 30° o zone ombreggiate, ma per garantire una prolungata fioritura è necessario che vengano poste in un luogo dove la luce del sole non arrivi in modo diretto. Se si intende posizionare lo spatifillo esternamente durante le stagioni calde, assicurarsi che sia in una zona ombreggiata. Essendo in contatto indiretto con la luce del sole, sarà premura ruotare il vaso ogni 15 giorni per garantire un'omogenea esposizione.Lo spatifillo deve essere annaffiato con regolarità per tutto l'anno, più o meno con una media di 2-3 volte a settimana, in condizioni ottimali e con una temperatura di 20°.Il migliore metodo per l'irrigazione dello spatifillo è per immersione: si immerge per circa 10 minuti l'apparato radicale in acqua potabile, e poi, una volta lasciata scolare l'acqua in eccesso, si ripone la pianta al posto precedente.Per mantenere l'umidità richiesta dallo spatifillo sarà semplicemente necessario vaporizzare la chioma o mettere nel sottovaso acqua, evitando che entri in contatto con le radici.ConcimazioneLa concimazione va eseguita per tutto l'anno con una regolarità di 15 giorni, per favorire la crescita di foglie e germogli. Nei mesi invernali la somministrazione andrà sospesa.Si consiglia un tipo di concime liquido, da aggiungere all'acqua per l'annaffiatura, molto ricco di potassio e che abbia i seguenti elementi: azoto, fosforo, ferro, manganese, rame, lo zinco, il boro e il molibdeno.RinvasoIl rinvaso va svolto ogni anno tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera.Per lo spostamento in un nuovo vaso si consiglia sempre di essere provvisti di recipienti leggermente più grandi, in modo tale che possa contenere la pianta adeguatamente nel suo prossimo sviluppo, senza soffocarla.Il terriccio che deve essere utilizzato deve contenere torba, corteccia e deve essere soffice, ricco per mantenere la giusta umidità. Infatti il primo substrato deve essere umido, ma i substrati sottostanti devono consentire permeabilità.Per ottenere un efficace sgrondo dell'acqua in eccesso, sul fondo del vaso poniamo dei cocci o delle biglie in vetro o argilla.

Lo spatifillo, originaria dell'America centrale, è una pianta da interni che non necessita particolari cure. Le sue foglie grandi e lanceolate, e i suoi 'fiori' bianchi a 'cucchiaio', la rendono sicuramente adeguata per la decorazione d'interni, di qualsiasi ambiente.Il 'fiore della luna', così come viene chiamato lo spatifillo, con la sua presenza di circa 30 cm e la fioritura pressoché continua, è il dono perfetto per chi vuole dare un tocco di eleganza all'ambiente, senza dover prestare particolari attenzioni.CuraLo spatiffilo è una pianta da appartamento, e deve essere custodita all'interno perché è sensibile alle temperature basse o alle forti correnti d'aria. Le temperature infatti devono essere abbastanza alte durante tutta la giornata. Di giorno, la temperatura ideale verte dai 20° ai 25°, di notte invece non deve scendere sotto i 18°.Riescono a tollerare temperature anche intorno ai 30° o zone ombreggiate, ma per garantire una prolungata fioritura è necessario che vengano poste in un luogo dove la luce del sole non arrivi in modo diretto. Se si intende posizionare lo spatifillo esternamente durante le stagioni calde, assicurarsi che sia in una zona ombreggiata. Essendo in contatto indiretto con la luce del sole, sarà premura ruotare il vaso ogni 15 giorni per garantire un'omogenea esposizione.Lo spatifillo deve essere annaffiato con regolarità per tutto l'anno, più o meno con una media di 2-3 volte a settimana, in condizioni ottimali e con una temperatura di 20°.Il migliore metodo per l'irrigazione dello spatifillo è per immersione: si immerge per circa 10 minuti l'apparato radicale in acqua potabile, e poi, una volta lasciata scolare l'acqua in eccesso, si ripone la pianta al posto precedente.Per mantenere l'umidità richiesta dallo spatifillo sarà semplicemente necessario vaporizzare la chioma o mettere nel sottovaso acqua, evitando che entri in contatto con le radici.ConcimazioneLa concimazione va eseguita per tutto l'anno con una regolarità di 15 giorni, per favorire la crescita di foglie e germogli. Nei mesi invernali la somministrazione andrà sospesa.Si consiglia un tipo di concime liquido, da aggiungere all'acqua per l'annaffiatura, molto ricco di potassio e che abbia i seguenti elementi: azoto, fosforo, ferro, manganese, rame, lo zinco, il boro e il molibdeno.RinvasoIl rinvaso va svolto ogni anno tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera.Per lo spostamento in un nuovo vaso si consiglia sempre di essere provvisti di recipienti leggermente più grandi, in modo tale che possa contenere la pianta adeguatamente nel suo prossimo sviluppo, senza soffocarla.Il terriccio che deve essere utilizzato deve contenere torba, corteccia e deve essere soffice, ricco per mantenere la giusta umidità. Infatti il primo substrato deve essere umido, ma i substrati sottostanti devono consentire permeabilità.Per ottenere un efficace sgrondo dell'acqua in eccesso, sul fondo del vaso poniamo dei cocci o delle biglie in vetro o argilla.

CHIAMACI ALLO

Tutti i giorni 9:00 - 18:00

CONTATTACI SUBITO
TRAMITE CHAT

Chatta con noi direttamente!

ASSISTENZA CONTINUATA SULLA TUA PIANTA
SecretGiardino ama le sue piante anche dopo la vendita!

Una volta effettuato l'acquisto ti diamo la possibilità di avere un giardiniere a portata di mouse o di telefono. Scrivici o chiamaci e sapremo darti il consiglio giusto per far vivere la tua pianta a lungo.

Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
DIAMETRO VASO
17cm
ALTEZZA
60 CM cm
COLORE
Bianco
PROFUMO
No
DIFFICOLTA'
Facile
ESPOSIZIONE
Mezza ombra
IRRIGAZIONE
Alta
TIPO PIANTA
Sempre verde
QUANDO RINVASARE
Ogni anno tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera
CONCIMAZIONE
Ogni 15 giorni
TERRENO
Molto ricco

Lo spatifillo, originaria dell'America centrale, è una pianta da interni che non necessita particolari cure. Le sue foglie grandi e lanceolate, e i suoi 'fiori' bianchi a 'cucchiaio', la rendono sicuramente adeguata per la decorazione d'interni, di qualsiasi ambiente.Il 'fiore della luna', così come viene chiamato lo spatifillo, con la sua presenza di circa 30 cm e la fioritura pressoché continua, è il dono perfetto per chi vuole dare un tocco di eleganza all'ambiente, senza dover prestare particolari attenzioni.CuraLo spatiffilo è una pianta da appartamento, e deve essere custodita all'interno perché è sensibile alle temperature basse o alle forti correnti d'aria. Le temperature infatti devono essere abbastanza alte durante tutta la giornata. Di giorno, la temperatura ideale verte dai 20° ai 25°, di notte invece non deve scendere sotto i 18°.Riescono a tollerare temperature anche intorno ai 30° o zone ombreggiate, ma per garantire una prolungata fioritura è necessario che vengano poste in un luogo dove la luce del sole non arrivi in modo diretto. Se si intende posizionare lo spatifillo esternamente durante le stagioni calde, assicurarsi che sia in una zona ombreggiata. Essendo in contatto indiretto con la luce del sole, sarà premura ruotare il vaso ogni 15 giorni per garantire un'omogenea esposizione.Lo spatifillo deve essere annaffiato con regolarità per tutto l'anno, più o meno con una media di 2-3 volte a settimana, in condizioni ottimali e con una temperatura di 20°.Il migliore metodo per l'irrigazione dello spatifillo è per immersione: si immerge per circa 10 minuti l'apparato radicale in acqua potabile, e poi, una volta lasciata scolare l'acqua in eccesso, si ripone la pianta al posto precedente.Per mantenere l'umidità richiesta dallo spatifillo sarà semplicemente necessario vaporizzare la chioma o mettere nel sottovaso acqua, evitando che entri in contatto con le radici.ConcimazioneLa concimazione va eseguita per tutto l'anno con una regolarità di 15 giorni, per favorire la crescita di foglie e germogli. Nei mesi invernali la somministrazione andrà sospesa.Si consiglia un tipo di concime liquido, da aggiungere all'acqua per l'annaffiatura, molto ricco di potassio e che abbia i seguenti elementi: azoto, fosforo, ferro, manganese, rame, lo zinco, il boro e il molibdeno.RinvasoIl rinvaso va svolto ogni anno tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera.Per lo spostamento in un nuovo vaso si consiglia sempre di essere provvisti di recipienti leggermente più grandi, in modo tale che possa contenere la pianta adeguatamente nel suo prossimo sviluppo, senza soffocarla.Il terriccio che deve essere utilizzato deve contenere torba, corteccia e deve essere soffice, ricco per mantenere la giusta umidità. Infatti il primo substrato deve essere umido, ma i substrati sottostanti devono consentire permeabilità.Per ottenere un efficace sgrondo dell'acqua in eccesso, sul fondo del vaso poniamo dei cocci o delle biglie in vetro o argilla.

Lo spatifillo, originaria dell'America centrale, è una pianta da interni che non necessita particolari cure. Le sue foglie grandi e lanceolate, e i suoi 'fiori' bianchi a 'cucchiaio', la rendono sicuramente adeguata per la decorazione d'interni, di qualsiasi ambiente.Il 'fiore della luna', così come viene chiamato lo spatifillo, con la sua presenza di circa 30 cm e la fioritura pressoché continua, è il dono perfetto per chi vuole dare un tocco di eleganza all'ambiente, senza dover prestare particolari attenzioni.CuraLo spatiffilo è una pianta da appartamento, e deve essere custodita all'interno perché è sensibile alle temperature basse o alle forti correnti d'aria. Le temperature infatti devono essere abbastanza alte durante tutta la giornata. Di giorno, la temperatura ideale verte dai 20° ai 25°, di notte invece non deve scendere sotto i 18°.Riescono a tollerare temperature anche intorno ai 30° o zone ombreggiate, ma per garantire una prolungata fioritura è necessario che vengano poste in un luogo dove la luce del sole non arrivi in modo diretto. Se si intende posizionare lo spatifillo esternamente durante le stagioni calde, assicurarsi che sia in una zona ombreggiata. Essendo in contatto indiretto con la luce del sole, sarà premura ruotare il vaso ogni 15 giorni per garantire un'omogenea esposizione.Lo spatifillo deve essere annaffiato con regolarità per tutto l'anno, più o meno con una media di 2-3 volte a settimana, in condizioni ottimali e con una temperatura di 20°.Il migliore metodo per l'irrigazione dello spatifillo è per immersione: si immerge per circa 10 minuti l'apparato radicale in acqua potabile, e poi, una volta lasciata scolare l'acqua in eccesso, si ripone la pianta al posto precedente.Per mantenere l'umidità richiesta dallo spatifillo sarà semplicemente necessario vaporizzare la chioma o mettere nel sottovaso acqua, evitando che entri in contatto con le radici.ConcimazioneLa concimazione va eseguita per tutto l'anno con una regolarità di 15 giorni, per favorire la crescita di foglie e germogli. Nei mesi invernali la somministrazione andrà sospesa.Si consiglia un tipo di concime liquido, da aggiungere all'acqua per l'annaffiatura, molto ricco di potassio e che abbia i seguenti elementi: azoto, fosforo, ferro, manganese, rame, lo zinco, il boro e il molibdeno.RinvasoIl rinvaso va svolto ogni anno tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera.Per lo spostamento in un nuovo vaso si consiglia sempre di essere provvisti di recipienti leggermente più grandi, in modo tale che possa contenere la pianta adeguatamente nel suo prossimo sviluppo, senza soffocarla.Il terriccio che deve essere utilizzato deve contenere torba, corteccia e deve essere soffice, ricco per mantenere la giusta umidità. Infatti il primo substrato deve essere umido, ma i substrati sottostanti devono consentire permeabilità.Per ottenere un efficace sgrondo dell'acqua in eccesso, sul fondo del vaso poniamo dei cocci o delle biglie in vetro o argilla.